Ricerca

    Wolfgang Amadeus Mozart

    Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) - uno dei più grandi compositori di tutti i tempi. Ha creato uno stile distinto, fondendo tradizione e contemporaneità. Una musica che lo fa amare ancora oggi.

    Mozart, bambino prodigio

    Wolfgang Amadeus Mozart è nato il 27 gennaio 1756 a Salisburgo ed era già considerato un genio da bambino. Fece i suoi primi tentativi di composizione alla tenera età di sei anni. Era figlio di Leopold Mozart, istruttore di violino, compositore di corte e vicedirettore musicale alla corte del principe arcivescovo di Salisburgo, e di Anna Maria, nata Pertl. Wolfgang Amadeus è uno dei più grandi compositori di tutti i tempi.


    Mozart, compositore prolifero

    Ha creato ventiquattro opere tra cui, Il flauto magico, Don Giovanni, Le nozze di Figaro, diciassette messe e oltre cinquanta sinfonie. Ma il lavoro di Mozart si è esteso a tutti gli stili e i tipi di musica. Ha saputo fondere elementi tradizionali e contemporanei per creare il proprio stile distintivo, caratterizzato da una varietà tematica e tonale, combinata con un alto grado di disciplina formale. Le composizioni di Mozart vivono dei loro contrasti melodici, ritmici e dinamici.

    Dopo la sua rottura con l’arcivescovo di Salisburgo, Mozart si trasferì a Vienna nel 1781, dove un anno dopo sposò la cantante Constanze Weber. Nel 1787 fu nominato compositore della camera di corte. Mozart morì nel 1791 mentre lavorava al suo famoso Requiem.

    “Die Hochzeit des Figaro“  text booklet

    Mozart a Salisburgo

    Al terzo piano di Getreidegasse n. 9, il 27 gennaio 1756, ebbe inizio una storia ricca di eventi prodigiosi: Wolfgang Amadeus Mozart emise i suoi primi... suoni. Motivo sufficiente, già nel 1880, per trasformare la Hagenauer Haus in un museo che rende omaggio ai primi anni di vita del maestro.

    Dal 1747 al 1773, i Mozart abitarono nella casa dell’amico e grande commerciante, soprattutto di spezie, Johann Lorenz Hagenauer. Lì Wolfgang mosse i primi passi nel mondo della musica. Oggi, si vedono 6 strumenti appartenuti a Mozart: il violino utilizzato da bambino, quello da concerto, il violino Costa, la viola, il clavicordo e il fortepiano. Testimoni silenti di un esordio brillante, sono inseriti in modo autentico negli allestimenti, con pezzi di arredamento presi in prestito da collezioni private e ricostruzioni di scenari teatrali del tempo.

    Nel 1773, la famiglia Mozart traslocò in un’abitazione più spaziosa di otto stanze, affacciata sull’odierna piazza del mercato, per avere una maggiore di possibilità di partecipazione a eventi mondani. Il giovane Wolfgang qui compose numerose opere, tra cui "Il Re pastore" e parti dell’"Idomeneo". Dal 1996 gli ambienti dell’ex-abitazione dei Mozart sono diventati un museo che documenta la storia dell’edificio e della vita della famiglia.

    Il fulcro del museo è rappresentato dalla vita e dall’opera di Wolfgang Amadeus Mozart, con un incredibile archivio di materiale audio visivo che colleziona 26.000 registrazioni e 3.300 video. Viene data particolare attenzione anche alla presentazione dei viaggi del compositore e della sorella Nannerl. Il museo conserva anche 200 lettere originali di Mozart, oltre 100 manoscritti musicali autografi, molti dei quali schizzi e bozze delle opere di Mozart, autografi originali, lettere scritte da suo padre Leopold. Oggi le due case sono parte del Mozarteum, fondazione internazionale che cura i musei e i concerti annuali.

    Mozart presentato all'imperatrice Marie Teresa

    Wolfgang Amadeus Mozart raggiunse l’apice del successo nella capitale austriaca e molti monumenti viennesi sono legati al suo mito. A iniziare dalla reggia di Schönbrunn, dove, nel 1762, i bambini Mozart furono ammessi a suonare al cospetto dell’imperatrice Maria Teresa. Dopo il concerto il piccolo Wolfgang saltò in braccio all’imperatrice, l’abbracciò e la baciò. Nel 1768 Maria Teresa concesse al dodicenne Mozart un’udienza di due ore nella Hofburg, la residenza degli Asburgo. Nello stesso luogo, nel 1781, il musicista diede un concerto in onore del duca di Württemberg e trascorse la notte di Natale dello stesso anno con l’imperatore Giuseppe II, figlio di Maria Teresa, negli appartamenti imperiali.

    Wolfgang Amadeus Mozart als Knabe im Galakleid, Ölgemälde Pietro Antonio Lorenzoni, 1763

    Mozart a Vienna

    Nel duomo di Santo Stefano, nel 1782, Mozart sposò Constanze Weber. Con lei visse dal 1784 al 1787 nella casa al 5 di Domgasse: un appartamento signorile, che rivela il debole di Mozart per le apparenze, come i vestiti chic e le scarpe con fibbia. Anni felici, in cui è un artista acclamato. È proprio qui che scrive alcune delle sue composizioni migliori, tra cui numerosi concerti per pianoforte e orchestra e una delle sue famose opere, Le nozze di Figaro.

    Dal 2006, in occasione del 250° anniversario della sua nascita, la casa ha aperto le porte come Mozarthaus. Su 1.000 metri quadrati il museo consente di scoprire il mondo del compositore: la Vienna di quel tempo, le stanze dove vivevano i Mozart, insieme alla sua musica, fino al Requiem a cui stava lavorando quando morì. La sua salma ricevette l’ultima benedizione nello stesso luogo dove Mozart si era sposato: nel duomo di Santo Stefano. Oggi è ricordato anche da un monumento marmoreo del 1896, sistemato all’interno del Burggarten, cui fa da cornice un’aiuola di fiori a forma di chiave di violino.

    Dove ascoltare la musica di Mozart

    In Austria sono tante le occasioni in cui godere la musica del grande genio. A iniziare ovviamente da Salisburgo. Qui, ogni anno, tra fine gennaio e inizio febbraio, il periodo intorno all’anniversario della nascita di Mozart, la Fondazione Mozarteum organizza la Settimana Mozartiana. Un bel modo di festeggiare il compleanno del cittadino più illustre che si tiene sin dal 1956: un festival prestigioso a cui partecipano i migliori artisti del mondo ed un pubblico internazionale. A seguire il famoso Festival di Salisburgo, uno dei più importanti festival al mondo, in cui vanno sempre in scena, tra le tante, anche le musiche di Mozart.

    Anche la casa di Mozart a Vienna ospita un programma di eventi e concerti. Potete anche contare sui prestigiosi cartelloni di altre rassegne, come Styriarte, il festival musicale estivo stiriano, i Festival del Tirolo di Erl, o quello nel parco del castello di Grafenegg in Bassa Austria.

    Monument of W. A. Mozart / Vienna / Burggarten