Ricerca

    Bregenz, i migliori consigli di viaggio

    Delizioso centro di villeggiatura, affacciato sul Lago di Costanza, Bregenz consente di rigenerarsi nella natura, ma anche di immergersi nell’arte, la cultura, le tradizioni.

    Delizioso centro di villeggiatura, affacciato sul Lago di Costanza, Bregenz consente di rigenerarsi nella natura, ma anche di immergersi nell’arte, la cultura, le tradizioni.

    Proprio all’estremità occidentale dell’Austria, il capoluogo della regione del Vorarlberg, è in posizione strategica, affacciato com’è sulle rive di uno dei principali laghi europei, ai confini svizzero e tedesco, in una piacevole baia riparata dal vento. Vanta delle vere chicche, come la Kunsthaus, grande museo di arte moderna, e il Bregenz Festival, rinomato appuntamento musicale estivo, tra i più spettacolari al mondo.

    Origine romane

    Le origini di Bregenz risalgono all’epoca romana, quando era chiamata Brigantium, le cui tracce sono ancor oggi visibili nella parte alta dell’abitato, la Oberstadt. Principale centro economico e culturale della regione, la città si estende tra il fiume Reno e la riva del lago, e, in parte, sulle pendici del monte Pfänder, che la domina.

    La sua posizione e i suoi duemila anni di storia, contraddistinti da scambi commerciali e umani, l’hanno portata ad essere aperta alle novità. Qui l’architettura moderna si sposa armoniosamente con il paesaggio e l’ambiente naturale. Anzi, spesso si valorizzano a vicenda, proprio come nel caso della Kub (Kunsthaus Bregenz). Non a caso la città è ormai considerata un centro di architettura internazionale, che annovera lavori di Hans Hollein, Jean Nouvel e Peter Zumthor, ed è significativo, infatti, che si parli della scuola di "architettura del Vorarlberg".

    Architecture Großes Walsertal

    I dolci pendii, le foreste della valle di Bregenz, il lungolago sono poi l’ideale, soprattutto nella bella stagione, per il relax, piacevoli passeggiate e attività sportive di vario genere, tra la città e i suoi dintorni.

    Le 8 cose da vedere e da fare a Bregenz

    • L’avveniristica Kunsthaus Bregenz, nota come KUB. Questo museo di arte contemporanea, realizzato da Peter Zumthor nella città bassa e inaugurato nel 1997, si affaccia sul lago e colpisce subito per la sua forma a cubo, rivestito di lastre di vetro acidato che consentono alla luce naturale di penetrare all’interno dell’edificio. Considerata tra i complessi espositivi più importanti d’Europa, è senz’altro una tappa da non perdere.
    • Il Vorarlberg Museum. Sempre nella parte bassa di Bregenz, è dedicato alla storia della regione, con pregevole materiale di storia e arte locali. La principale attrazione sono gli oltre 150.000 manufatti provenienti da arte, storia, folklore e archeologia che narrano la storia e il presente del Vorarlberg. Stupisce anche per l’interessante architettura.
    • Il vecchio Ufficio Postale. Straordinario edificio sul lungo lago, nato ai tempi della monarchia austro-ungarica. Uno dei pochi esempi di architettura della Ring Strasse non in Vienna, oggi presenta una mostra dell’architetto svizzero Peter Zumthor.
    • Il Porto. Menzionato per la prima volta nel 1294, oggi grazie a un’estesa riprogettazione offre alcune chicche di design e architettura. Tra questi ecco il nuovo edificio portuale, progettato dagli architetti Nägele, Waibel, Spagolla, Ritsch e Steinmann. Gli stessi architetti della Welle am Hafen, l’Onda nel porto, che ospita la biglietteria della Vorarlberg Lines, l’ufficio informazioni e un caffè.
    • Il Fischersteg, il pontile costruito nel 1902 per i pescatori. Negli anni '20 iniziarono a partire di qui gli idrovolanti, rimasti in funzione fino al 1946. Oggi il pontile è la meta ideale per un drink davanti al tramonto.
    • La città alta. La Oberstadt si estende nella parte dell’antico castrum romano, ai piedi delle prime alture a sud del lago. Piacevolissimo passeggiare per le caratteristiche e tranquille viuzze che la compongono. Come la Maurachgasse, accesso alla scalinata che porta a Ehregutaplatz, deliziosa piazzetta, tutta circondata da tipiche case a graticcio. A pochi passi, ecco la Martinsturm, resto delle mura medievali, coronato da una cupola a bulbo in stile barocco, alla cui base si trova la Martinskapelle, del 1362.
    • La vista dal Monte Pfänder. Si sale comodamente in funivia (la stazione è a soli 8 minuti dal porto), e si raggiunge il Monte Pfänder; qui, a quota 1046 m, ci si trova nel punto panoramico più famoso dell’intera regione. Un belvedere magnifico, che consente una vista amplissima sul Lago di Costanza e sulle alture del Bregenzerwald. L’ideale è goderselo nelle prime ore del mattino: uno spettacolo impagabile. La migliore vista sulla città e sul lago è dal Pfänder, la montagna locale di Bregenzer.
    • Tre in uno! A Bregenz, in un solo giorno potete combinare la visita al centro storico con un giro di shopping e una gita in barca. La compagnia di navigazione Vorarlberg Lines oltre a collegare via nave le località sul lago offre crociere di una o due ore per scoprire il lago di Costanza dall’acqua.

    Bregenz, mangiare & bere

    • Bregenz, dove dormire Bregenz, dove dormire

      Bregenz offre un ampio ventaglio di alloggi, dagli hotel all’ostello, dalle pensioni al campeggio.

      Scoprite di più
    • Culinary delights from Bregenzerwald

      Bregenz, cosa mangiare e dove Bregenz, cosa mangiare e dove

      A Bregenz, la cucina combina le tradizioni delle 4 nazioni che si affacciano sul lago. Si assaggiano in numerosi ristoranti e caffè.

      Scoprite di più

    Bregenz, mercatini delle feste

    Pasqua e Natale, i momenti più sentiti dalla gente del posto, nonché attrazioni per i turisti, consentono di far rivivere le autentiche tradizioni della zona. È usanza che l’albero di Natale venga donato alla città da uno dei villaggi del Bregenzerwald, e di solito le attività natalizie iniziano a metà novembre. Curiosare, degustare, fare acquisti di artigianato tipico, inebriati dall’aroma del Glühwein (vin brûlé), è un’esperienza da non mancare. Nella città alta, nel cuore medievale, si ha anche l’opportunità di vedere gli artigiani al lavoro. Un’occasione per scoprire e godersi la città nella stagione invernale, in un’atmosfera gioiosa e veramente genuina.

    Winter magic at the Montafon