Ricerca

    St. Pölten, idee e consigli per scoprire la città

    Nel cuore della Bassa Austria, questa piccola cittadina conserva uno dei centri storici più belli in stile barocco, creato da rinomati architetti ed artisti che ridisegnarono piazze, monumenti ed edifici. Da cui partire alla scoperta della sua lunga storia, fino al tempo dei romani.

    St. Pölten è il più giovane tra i capoluoghi delle regioni austriache, ma fu la prima città a cui fu riconosciuto lo status di comune, nel 1159. Sorge nel cuore della Bassa Austria, lungo la sponda sinistra del fiume Traisen. Le sue origini risalgono ai tempi dei romani e la sua importanza crebbe nell’VIII secolo grazie all’ordine agostiniano.

    La sua bellezza odierna, però, risale al XVII e XVIII secolo. Con il trasferimento a St. Pölten dell’architetto del Barocco Jakob Prandtauer, avvenuto nel 1689, un vero boom edilizio modificò il volto della città, posta in un crocevia favorevole per i traffici. Prandtauer, costruttore dell’Abbazia di Melk, creò un centro storico che ancora oggi racchiude l’insieme degli edifici barocchi più belli di tutta l’Austria. Affreschi, ricchi decori e opere lignee impreziosiscono i luoghi più importanti di St. Pölten, quali il convento dei Carmelitani, il convento delle Englischen Fräulein e gli edifici borghesi all’Herrenplatz. Ad essi si aggiunge poi il contributo artistico, all’inizio del Novecento, di architetti come Josef Maria Olbrich e artisti come Ferdinand Andri o Gustav Klimt.

    Contrasta con gli edifici storici il quartiere della sede regionale con la sua skyline lungo il fiume Traisen, firmato da rinomati architetti come Ernst Hoffmann, il prof. Hans Hollein, Gustav Peichl, Klaus Kada e Paul Katzberger.

    St. Pölten è, grazie alla sua posizione (autostrada A1, linea ferroviaria ovest), il punto ideale per partire alla scoperta della parte orientale dell’Austria. Vienna, Linz, l’Abbazia di Melk, la Wachau, le Prealpi, Mariazell, si trovano tutti vicinissimi.

    10 cose da fare e vedere a St. Pölten

    La Rathausplatz, la Piazza del Municipio, è il cuore del centro storico, circondata da chiese e palazzi barocchi e al cui centro si erge la Colonna della Santa Trinità del 1782. In estate è il punto di riferimento per diversi eventi all’aperto. Il Municipio (Rathaus) è un grande edificio dominato da un’alta torre ottagonale: venne eretto nella seconda metà del ‘500, ampliato nel XVIII secolo con la realizzazione della facciata barocca.

    La Cattedrale, o Duomo dell’Assunta, simbolo della città. Costruito a partire da preesistenti edifici romanici a partire dal 1150, è stato in seguito rivisto in stile barocco tra il 1721 e il 1750: la sua austera facciata contrasta con l’alto campanile che termina con una cupola a cipolla e gli sfarzosi interni rifiniti da affreschi, decori, dipinti e un pulpito ligneo intagliato.

    La Chiesa dei Francescani (Franziskanerkirche), costruita tra il 1757 e il 1768, dove ammirare la sua bella facciata in stile barocco e gli interni impreziositi da decori e un grande altare in stile rococò di fine Settecento.

    La Chiesa delle Carmelitane, eretta nel 1712 con la sua imponente facciata barocca. Accanto si trova l’Historisches Museum con un affascinante percorso nella storia della città, dalla preistoria al periodo barocco.

    Il Convento delle Dame Inglesi (Institut der Englischen Fräulein), eretto nel XVIII secolo in stile rococò con una facciata a stucchi di color bianco e rosa. All’interno si possono ammirare la Cappella della Vergine affrescata da Troger e Bartolomeo Altomonte e una "Madonna" dipinta nel 1516 da Lucas Cranach il Vecchio.

    Herrenplatz, un’altra elegante piazza barocca su cui si affacciano le belle facciate di edifici borghesi in cui si scorgono nicchie medievali e antichi cortili. Al centro si trova la Colonna di Santa Maria del 1718.

    Wiener Strasse: già strada principale ai tempi dei romani, è una delle vie più frequentate anche per la presenza di molti alberghi. Tra i diversi edifici storici, qui si trova, al n. 1, la più antica farmacia di St. Pölten risalente al 1545.

    Il moderno quartiere governativo, inequivocabilmente rivolto al futuro, dove sorgono gli edifici più avveniristici. Come il Museum Niederösterreich, il Museo della regione con mostre sulla storia, la geografia e l’arte, il Landtagsschiff, il "transatlantico del governo del Land" disegnato dall’architetto Ernst Hoffmann, o la Festspielhaus, tra i più begli esempi di architettura contemporanea in Austria, con un ricco programma di danza e musica.

    Il Klangturm. Con un’altezza totale (compresa l’antenna) di 77 metri, la torre del suono di St. Pölten ospita la più bella terrazza panoramica della città. In vetro e acciaio, disegnata da Ernst Hoffmann, si illumina di notte.